CLIMATIZZAZIONE

Satec Gas offre il servizio di manutenzione periodica, pulizia e sanificazione dei filtri nei sistemi di climatizzazione.

Sanificare un impianto di climatizzazione è infatti fondamentale per prevenire i rischi connessi ad una cattiva qualità dell’aria e le patologie respiratorie correlate tra cui la legionella pneumophila ed altri tipi di batteri che possono proliferare in presenza di acque stagnanti a basse temperature.

DETTAGLI DEL SERVIZIO

Centro assistenza autorizzato di marchi leader nella produzione di sistemi di climatizzazione residenziale e commerciale, Satec Gas è qualificata in conformità ai requisiti del regolamento CE N. 303/2008 e del Regolamento Tecnico Accredia RT-29 per i servizi di installazione, manutenzione e riparazione, recupero, smaltimento e ricarica di gas fluorurati ad effetto serra e controllo delle perdite su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore.

Satec Gas offre la possibilità di stipulare contratti di manutenzione periodica personalizzati in particolare per sistemi di climatizzazione più complessi in ambito commerciale e industriale.

Satec Gas opera in piena osservanza delle normative che regolano il settore, ovvero il DPR 74/2013 recante definizione dei criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e il DPR 43/2012 in attuazione del regolamento (CE) su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

Nello specifico:
Tutte le macchine frigorifere, climatizzatori e pompe di calore destinati a riscaldamento e raffrescamento ambienti con potenza superiore 10 kW caldo 12 kW freddo, devono essere muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione invernale ed estiva, conforme al decreto 10 febbraio 2014. Inoltre devono periodicamente, in funzione della tipologia, essere sottoposti ad un controllo di efficienza energetica, effettuato da aziende abilitate con i requisiti del D.M. 37/2008 e trasmettere il Rapporto di Controllo ed Efficienza Energetica RCEE di tipo2, con l’applicazione del segno identificativo (bollino verde).

Tutte le apparecchiature fisse di condizionamento e refrigerazione devono effettuare in funzione della quantità di sostanza refrigerante contenuta all’interno, un controllo periodico di eventuali perdite.

Periodicamente l’operatore responsabile dell’impianto registra i risultati delle verifiche e li comunica all’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale).

Va inoltre tenuto un registro dell’apparecchiatura, che ad ogni intervento il tecnico munito di apposita abilitazione secondo il regolamento CE 303/2008 patentino frigoristi, dovrà compilare con i dati rilevati.